8 luglio 2016

Settimane 25 e 26: dal 20 giugno al 1 luglio

CmNCOhWWIAAt0Do.jpg-large

Attività in Commissione

Commissione I: Bilancio e programmazione. Viene presentato nel corso delle sedute il rendiconto finanziario del 2015 e l’assestamento di bilancio del 2016.

Commissione V: infrastrutture e territori. Audizione importante per capire lo status della piattaforma digitale che verrà utilizzata per la gestione ALER delle domande e delle graduatorie.
Mi sembra che siamo ancora in alto mare, oltretutto a tutt’oggi non esiste ancora una anagrafe completo (siamo agli inizi) del patrimonio immobiliare ALER e del loro stato e non si sono definiti i pesi per definire l’assegnazione dei punteggi e quindi della graduatoria. Piattaforma che avrà una fase sperimentale nel 2017 e verrà consolidata dal 2018 (ottimisti!) Passaggio importante sia per il cittadino che per il gestore

  •  non vengono richieste informazioni già in possesso
  •  si conosce l’offerta abitativa del territorio
  •  controlli facilitati per il gestore
  •  tracciabilità delle procedure

Commissione VI: Ambiente. Audizione di ALFA, agenzia per servizio idrico integrato della provincia di Varese. Sono previsti diversi interventi, non ancora partiti, sugli impianti di depurazione.
E’ stato dato voto favorevole per dare una copertura finanziaria della regione a supporto dei comuni per le spese di avvio di procedimenti legalier reati di inquinamento ambientale

Incontro con una delegazione di parlamentari svedesi interessati a come viene gestita la m obilita’ (ferro, ruote, aerei) e che finanzia le relative infrastrutture. Dopo il discorso introduttivo del presidente Cattaneo hanno chiesto quali sono le principali differenze fra centrodestra al governo ed il centrosinistra : e’ intervenuto E. Brambilla (PD). Mentre Capelli (NCD) e’ intervenuto descrivendo in generale il sistema fiscale italiano. Un mio breve intervento, in inglese, su traffico ed inquinamento: car e bike-sharing, allungamento delle linee metropolitane esistenti e nuova linea in costruzione

 

Consiglio Regionale 

21/6/2016. Come Patto Civico, abbiamo dato voto favorevole al rendiconto finanziario 2015 del consiglio regionale (PDA40): Bene il risparmio in generale e sono molto soddisfatta anche di un altro dato, ovvero. un’attenzione alle imprese ai cittadini da parte del ‘committente’ Regione. Si evidenziano alcuni aspetti positivi per quanto riguarda una costante tendenza al risparmio.

Alcuni dati:

  • diminuzione del 25% rispetto al 2013 della voce indennità dei consiglieri, che passa da 16.2 milioni nel 2012 a 12 milioni nel 2015
  • diminuzione di circa il 10% pro-capite del costo del consiglio. Da 2,76€ del 2016 a 2,48€ nel 2015
  • diminuzione dei tempi di pagamenti ala aziende fornitrici: la media dei tempi di pagamento dei fornitori: circa 20 giorni, 3 in meno rispetto all’anno scorso

La politica non va strapagata, ma giustamente retribuita. Continueremo a vigilare perchè si vada avanti su questa strada!

28/6/2016. Come Patto Civico, abbiamo dato voto contrario al progetto di legge sui servizi abitativi (PdL273): Aler e housing sociale

Come patto abbiamo presentato un progetto di legge (PdL 301) ma non e’ stato trattato per volontà della commissione. I punti caratteristici che contraddistingue la nostra visione, e che ,quindi, ci hanno portato a dare voto contrario sono:

> la casa diviene un pezzo del welfare pubblico: e’ un servizio che quindi deve essere sostenuto da precise voci di bilancio

> maggior peso ai ruoli dei comuni, ai quali va però riconosciuto un adeguato sostegno economico

> creazione di un organismo di vigilanza

> limitata alienazione del patrimonio

> creazione di un’agenzia dell’abitare che permetta di far incontrare la domanda di quei nuclei familiari che non possono accedere a canoni sociale ma neanche si possono permettere canoni di affitto di mercato

Siamo invece d’accordo con l’utilizzo temporaneo, fino a che sussistono i criteri di necessità (con le dovute eccezioni) e conl’intervento del terzo settore nella gestione immobiliare e dei servizi ma le risorse non permettono di effettuare ristrutturazioni, non si coinvolgono la associazioni, norme di legge in bianco perche’ troppo viene demandato a futuri regolamenti della giunta, il processo di informatizzazione delle domande non ancora attivo.

E per finire una dolente nota: giunta e presidente Maroni assenti per tutta la seduta che aveva per oggetto uno dei provvedimenti piu’ importanti della legislatura!


Al di fuori dellle mie attivita’ consiliare.

24/6/2016 – Le regioni nella riforma costituzionale

Convegno in regione: tra autonomia differenziata e spazio europeo. Interventi di costituzionalisti e presidenti di regione. Alcuni punti:

  • sembra essere accresciuto il divario fra regioni a statuto ordinario e quelle a statuto speciale
  • la riforma del 2001, che dava alle regioni la possibilità di espandere i propri ambiti di autonomia non e’ stata non e’ stata sfruttata
  • si eliminano gli ambiti concorrenti riducendo così il contenzioso stato/regioni
  • nuovo ruolo del Senato che rappresenta le istituzioni locali

Nel passato lo stato/nazione ha ceduto ruoli ed ambiti agli enti locali, oltre che all’Europa. Ora si ha un ritorno ad un principio di uniformità. S

27/6/2016 A parlare di riforma costituzionale anche all’Ambrosianeum con un incontro organizzato dal comitato “M’Impegno”. Riforma costituzionale come “Democrazia e partecipazione” e sempre sulla riforma costituzionale, che impatta in modo notevole sul ruolo delle regioni

e con ciò siamo arrivati a metà anno!