11 ottobre 2016

Settembre 2016… in poche righe

centraletrenilombardia

Sono ripresi i lavori del Consiglio Regionale e delle Commissioni. Si sono conclusi con la presentazione e votazione nelle sedute del Consiglio regionale due passi importanti: l’approvazione del PRMT, cioè del Piano Regionale della Mobilità e dei Trasporti (PdA36), e del disegno di legge sulla cultura (PdL292).

Il nostro voto al PRMT e’ stato contrario: un progetto di legge che guarda al passato inquadrando lo stato di avanzamento delle infrastrutture. Occorreva invece delineare un designo ben più completo, che tenesse conto del rapporto inscindibbile tra mobilità, ambiente e salute. Non indica priorità, strategie e risorse! Abbiamo ottenuto della maggioranza che venisse inserito un impegno sul prolungamento di M4 fino a Buccinasco e Corsico. Se volete sapere nello specifico che cosa penso cliccate qui

Politiche regionali in materia culturale: e’ una legge globale di riordino normativo e di razionalizzazione su cui ci siamo astenuti. Una occasione per certi versi mancata, un testo che manca di respiro ampio ed europeo, che lascia alla giunta carta bianca su decisioni non secondarie, che non e’ dotata di sufficienti risorse (da 50mln a 18mln€, meno del Comune di Milano!!). Difesa dell’esistente patrimonio o della INESISTENTE lingua lombarda (semmai esiste un patrimonio dialettale lombardo). Grazie al contributo del Patto Civico l’inserimento del riconoscimento della proprietà intellettuale.

Mi era rimasto “nella penna” un commento all’approvazione dell’assestamento di bilancio ….
A fronte di soli 4 milioni lasciati a disposizione per gli spostamenti emendativi, ce ne sono 30 fermi da quasi 18 mesi per un referendum sull’autonomia del tutto inutile, che alla fine nemmeno si farà perché Maroni non ha il coraggio di portarlo avanti (qui quello che penso per esteso)

Per non farmi mancare niente ho anche:

– presentato una risoluzione (RIS71) insieme al PD su  “Cooperazione italo-svizzera e tutela dei lavoratori frontalieri lombardi” che e’ stata respinta dalla maggioranza.

– incontrato con il consigliere civico di Rozzano Guido De Vecchi sulla situazione di Rozzano: stato case Aler, teleriscaldamento, trasporto ,…

– partecipato a un seminario di approfondimento sulla “Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette e delle altre forme di tutela presenti sul territorio”